Attenzioni per il bonsai ficus ginseng

Il bonsai ficus Ginseng, chiamato anche Fisuc microcarpa oppure ficus retusa, è un albero estremamente facile da pulire e trattare.

Una manutenzione saltuaria

Il bonsai ficus ginseng non richiede manutenzioni quotidiane, inoltre può essere coltivato sia all’interno che all’esterno di un’abitazione. Naturalmente se si vive in una zona dove la temperatura scende sotto i -68°C, va assolutamente coltivato in casa. Questa particolare pianta può sopravvivere anche senza la luce del sole diretta. Per i principianti però è consigliato esporlo al sole per almeno due ore al giorno, per farlo crescere forte e vigoroso. Una finestra o una zona molto illuminata vanno più che bene.

Poca o tanta acqua?

Questa è la domanda classica di ogni neobonsaista. Per fortuna che il bonsai ficus ginseng non sente queste particolari attenzioni, ha bisogno di essere irrigato due volte alla settimana. Se ci si dimentica per qualche motivo di fornire l’acqua alla pianta, non soffrirà abbastanza. Il metodo per capire la quantità di acqua da dargli è scrutando il colore delle foglie: se sono verdi va tutto OK, se tendono al giallo bisogna aumentare la quantità. Tocca con il dito il terreno e scava una piccolissima buca, proprio appena sotto lo strato iniziale: se è leggermente umido, stai facendo un ottimo lavoro.

Una potatura efficace

Alcune foglie possono cadere naturalmente per cambiamenti improvvisi del clima, quantità di luce sbagliate oppure un programma di irrigazione completamente sballato. La maggior parte dei bonsai ficus ginseng però riesce a sopravvivere anche in questi casi, adattandosi a qualsiasi condizione.
La regola della potatura è quella di eliminare circa 1/3 dell’apparato fogliare, prendendo una decisione a metà tra la bellezza esteriore e la naturalezza della pianta

Il rinvaso: il nemico di tutti

Che il rinvaso sia un nemico anche per i più esperti è una novità, ma la fortuna è che nel bonsai ficus ginseng bisogna fare questa manovra ogni 3 anni. Ovviamente dipende molto dalla velocità di crescita della pianta. Da ricordare che va eseguita subito dopo la stagione invernale e l’inizio della primavera.
Dopo aver letto questi piccoli accorgimenti, non ti rimane altro che seguire ogni giorno la pianta, se vuoi migliorare. Anche se non necessita di manutenzioni fisse ed obbligatorie, dovresti riuscire a dedicare 5 minuti del tuo tempo per imparare ogni tecnica. Controlla il terreno ogni giorno, scruta attentamente tra le foglie in cerca di parassiti oppure malattie varie. Se mantieni questa costanza per un periodo elevato di tempo, imparerai tutto quel che c’è da sapere sul bonsai ficus ginseng, diventando un vero campione.
Ricordati che questa tipologia di hobby va curata nel tempo, proprio come un neonato. I frutti che raccoglierai sono sorprendenti, direttamente proporzionali alle attenzioni che fornirai alla pianta.