Il Capodanno 2016 a Roma

Capodanno a Roma 2016

A Roma sono molte le discoteche in cui poter trascorrere il Capodanno e non è facile decidere tra le tantissime offerte. Ecco perché, attraverso questa breve guida, vogliamo aiutarvi a scegliere dove trascorrere il Capodanno 2016.

Il locale in cui passare l’ultimo dell’anno è una decisione importante, perché il successo della serata dipende proprio da questa scelta.

Le discoteche di Roma con le migliori offerte per il Capodanno 2016 sono: Piper Club, Spazio 900, Room 26, Art Cafè, La Cabala, Shari Vari, Chalet nel Bosco, Trevi Club e Circolo degli Illuminati. Tra queste, ne abbiamo selezionate 3 veramente eccezionali.

Piper Club

Il Capodanno 2016 del Piper Club sarà sicuramente un successo, data la nuova gestione che sta onorando in pieno la memoria di una delle discoteche più alla moda di sempre.

Il 31 dicembre la serata inizierà alle 21.00 con musica live e s’inizierà a ballare dalle 24.00 alle 6.00 del mattino seguente, al ritmo dell’House Commerciale con i DJ più cool del momento.

I prezzi del Capodanno al Piper sono: 35 € (open bar e dj set), 60 € (menù di capodanno, open bar, musica live e dj set) e 80 € (menù completo, tavolo riservato, 2 tipi di open bar, musica live e dj set ).

Spazio 900

Nel cuore dell’Eur si svolgerà il Capodanno più trasgressivo e spettacolare di Roma, grazie alla collaborazione con Dimensione Suono Roma. Dalle 21.00 alle 7.00 del 1° Gennaio si ballerà su 3 piste differenti (Spazio 900, Back Room e Room 26) e prezzi che variano da 45 € (ingresso nelle 3 piste) a 100 € (tavolo riservato in zona consolle, ingresso libero nelle 3 location, 3 bottiglie di superalcolici fino a 12 persone e 4 bottiglie fino a 16 persone).

Circolo degli Illuminati

Il Capodanno 2016 al Circolo degli Illuminati sarà una serata davvero unica: menù a base di carne o di pesce, bevande gratis per tutta la notte e musica con i migliori dj nazionali e internazionali! Per festeggiare la serata di San Silvestro al Circolo degli Illuminati, i prezzi sono: 35€ (open bar e discoteca), 45€ (dolce e brindisi, open bar e dj set), 55€ (menù di carne a buffet, open bar, spettacolo di cabaret, photoset, Ledwall Show e discoteca), 85€ (menù di carne al tavolo) e 95€ (menù di pesce).

Per info su questi e altri locali clicca qui e scopri l’offerta che fa per te.

Soluzione Unica per la pulizia delle Lenti a Contatto

Liquido per Lenti a Contatto: come si usa in modo corretto

I portatori di lenti a contatto sanno fin troppo bene che per la corretta manutenzione e conservazione delle lenti è necessario utilizzare dei liquidi appositi, rigorosamente sterili, che si possono acquistare presso il proprio ottico di fiducia (magari lo stesso che ha venduto le lenti) o anche presso la maggior parte delle farmacie.

 

I liquidi per la pulizia delle lenti a contatto: tipologie e differenze

 

Quando si parla di liquido per lenti a contatto, si parla generalmente di due tipologie di liquido: la soluzione salina e la soluzione unica. Il loro utilizzo e la loro funzione sono sostanzialmente diversi, e per questo motivo l’una non può sostituire l’altra. La soluzione salina, infatti, ha una funzione prettamente detergente e rinfrescante.

Serve a sciacquare velocemente le lenti prima di indossarle o a rinfrescarle quando le si toglie per qualche minuto prima di rimetterle. La soluzione unica ha una funzione che riguarda invece la conservazione delle lenti, nonché una loro pulizia profonda che va effettuata ogni volta che le si ripone nella loro custodia per riutilizzarle magari il giorno dopo.

 

Come pulire e conservare le lenti utilizzando l’apposito liquido

 

Utilizzare correttamente questo liquido per lenti a contatto è davvero molto semplice. Ci sono alcuni step da seguire ogni volta che si tolgono le lenti e che devono diventare un vero e proprio rituale per i portatori di lenti a contatto.

In primis occorre pulire la lente tenendola sul palmo della mano (che ovviamente sarà stata precedentemente lavata e asciugata in maniera accurata), versandoci sopra alcune gocce di soluzione unica e strofinando leggermente con un polpastrello.

Così facendo, infatti, dalla superficie della lente verranno rimosse tutte le proteine, le impurità e quant’altro si può essere accumulato durante le ore di utilizzo. La stessa operazione va effettuata quando le lenti vengono prelevate per essere indossate.

 

La conservazione e l’utilizzo di lenti sempre perfettamente sterilizzate

 

Nel mentre, tra un utilizzo e l’altro, vanno invece riposte negli appositi contenitori sterili pieni di soluzione unica che va cambiata di utilizzo in utilizzo.

Seguendo questo rituale di pulizia si scongiurano infezioni che vanno da quelle meno gravi, come la congiuntivite, ad altre decisamente pericolose.

 

Fonte: www.contactalens.com

Liquido Sigaretta Elettronica Flavourart

Liquido naturale per Sigaretta Elettronica FlavourArt

Fumi la sigaretta elettronica e sei in cerca di liquidi ed aromi di alta qualità? Bene, allora dovresti proprio provare i prodotti di FlavourArt per rendere le tue “svapate” ancora più gustose e soddisfacenti.

FlavoutArt è un’azienda che ha conosciuto un grande successo innanzitutto per la commercializzazione di aromi naturali alimentari molto apprezzati e distribuiti su scala nazionale.

Da qualche tempo però l’azienda ha deciso di portare la sua grande esperienza in fatto di essenze nel panorama delle sigarette elettroniche avviando la produzione di liquidi ed aromi adatti a “svapare” con la sigaretta elettronica.

 

FlavourArt la qualità è certificata

 

I liquidi di FlavourArt sono prodotti in ambito nazionale, ovvero in Italia, e sono stati studiati per migliorare la tua esperienza con la sigaretta elettronica.

I liquidi di FlavourArt rispettano eccellenti livelli di qualità, ma non solo, per garantire ai consumatori il massimo dell’affidabilità sono liquidi prodotti in conformità con gli standard farmaceutici di purezza.

FlavourArt è in grado di dimostrare l’alto profilo delle sue creazioni in virtù delle certificazioni europee ottenute in fatto di sicurezza e garanzia del prodotto.

 

L’azienda offre una grande varietà di prodotti

 

Grazie ai pregi descritti in precedenza la casa produttrice si è affermata oggi come una di quelle di maggior successo in assoluto quando si parla di aromi e liquidi per sigarette elettroniche.

L’azienda sa soddisfare la propria clientela proponendo un vastissimo assortimento di prodotti FlavourArt che sono in grado di appagare il palato e la gola di qualsiasi tipologia di cliente.

FlavourArt ha saputo sviluppare una gamma di liquidi che variano da quelli fruttati per coloro che prediligono sapori dolci e profumati; poi abbiamo i liquidi simil-tabacco, per la clientela che risulta legata ai gusti delle sigarette analogiche.

Non mancano in questo senso fragranze che sanno soddisfare anche dal punto di vista del “colpo in gola” e sanno dare quell’esperienza più decisa che cerca chi viene dal consumo di sigarette “classiche”! 

I liquidi per sigaretta elettronica FlavourArt, infine, si contraddistinguono per l’ottima versatilità. Riescono ad amalgamarsi alla perfezione con la base (di nicotina o meno), cancellandone eventuali retrogusti spiacevoli, ma soprattutto si dimostrano anche molto adatti per creare miscele personalizzate tra aromi diversi.

Mastoplastica riduttiva Firenze

Introduzione alla mastoplastica riduttiva.

La mastoplastica riduttiva è un vero proprio intervento di chirurgia estetica che si occupa della riduzione del seno eccessivamente grande e della correzione di una asimmetria mammaria, migliorando cosi il senso di autostima e di armonia con il corpo di una donna. Il compito principale del chirurgo estetico è quello di ridurre o eliminare del tutto il tessuto ghiandolare, di rivestimento cutaneo e adiposo. Successivamente verrà ricostruita l’area ove sono presenti i capezzoli.

Normalmente questo intervento è riservato solo alle donne, ma in alcuni casi può essere effettuato anche sul sesso maschile.

Motivazione di tale scelta.

Numerosi sono i centri estetici presenti a Firenze dove prenotare un intervento di mastoplastica riduttiva a Firenze.

In questa guida, parlerò della mia esperienza personale e spiegherò quali sono stati i motivi che mi hanno portato ad effettuare tale scelta.

Innanzitutto consiglio a chi volesse fare questo passo di pensarci davvero tanto e di farlo solo nel momento in cui tutto ciò potrebbe diventare un peso non soltanto fisico ma anche dal punto di vista psicologico. Uno dei motivi che mi ha spinto a fare questo gesto è stato senza ombra di dubbio il disagio. Tutto ciò era visibile al mare, durante la prova costume e soprattutto difficoltà nel trovare un abbigliamento consone senza eccedere poi con la scollatura che il più delle volte potrebbe risultare volgare! Per non parlare dei problemi fisici a cui andavo continuamente incontro, il peso eccessivo dei seni, il dolore al collo, alla schiena che con il passare del tempo si accentuava sempre di più.

Prassi prima dell’intervento.

Prima di tutto vi è un incontro con il chirurgo, per una fase di conoscenza, esposizione del problema, in seguito egli vi chiedere di effettuare degli accertamenti, tra cui gli esami del sangue, l’elettrocardigramma e l’ecografia toracica. Una volta effettuati questi accertamenti ho deciso di operarmi al seno effettuando questa riduzione.

Esperienza positiva.

Ad oggi sono davvero molto soddisfatta di questa scelta, in quanto non vi sono delle cicatrici eccessivamente grandi sui miei seni, indosso una taglia che m fa sentire a mio agio e non riscontro problemi nel vestirmi. Credo che questa scelta mi abbia aiutato tanto non soltanto per il miglioramento del mio aspetto fisico ma anche psicologico, per cui lo consiglio a tutte quelle donne che non si sentono bene con se stesse.

Il prezzo medio delle Lenti a Cotntatto Colorate

Quanto Costano le Lenti a Contatto Colorate?

Lenti a contatto colorate cosa sono?

 

Le lenti a contatto colorate sono un ottimo accessorio per sostituire gli occhiali e dare un colore diverso ai propri occhi.

In genere le lenti a contatto colorate vengono utilizzate da coloro che hanno problemi di vista ma non solo, esse possono essere sfruttate anche da coloro che, per determinate situazioni o per proprio piacimento, vogliono dare ai propri occhi una tonalità di colore diversa.

Le lenti a contatto colorate sono realizzate con materiale plastico, che risulta essere abbastanza morbido e permeabile all’aria.

 

Da cosa dipende il prezzo delle lenti a contatto?

 

Il prezzo delle lenti a contatto dipende sostanzialmente dal modello che viene scelto.

Esistono 2 tipi di lenti a contatto colorate e cioè, quelle che hanno come obiettivo di sostituire completamente il colore degli occhi con quello della lente, e quelle invece che servono per dare maggiore vigore al proprio colore dell’iride.

I primi tempi le lenti a contatto colorato non offrivano grandi garanzie, e spesso i risultati del loro utilizzo non erano affatto soddisfacenti, oggi invece i risultati sono assolutamente garantiti, al punto che in molti sopperiscono alla propria miopia utilizzando le lenti a contatto colorate che diventano quindi anche curative.

Sul prezzo finale incide molto anche il discorso relativo alla gradazione, è ovvio che lenti a contatto colorate graduate hanno un costo maggiore rispetto a quelle di pura estetica.

Le lenti colorate graduate si suddividono in lenti colorate mensili e giornaliere.

Andando a raffrontare i prezzi è possibile subito notare che, le lenti colorate graduate mensili, hanno un costo leggermente maggiore rispetto a quelle giornaliere da 10 lenti, però se si prende in considerazione una durata maggiore, di 30 giorni, allora con le lenti a contatto colorate mensili si andrebbe a risparmiare qualcosina.

 

Un prezzo abbordabile per un prodotto di qualità

 

Per stimare il prezzo delle lenti a contatto colorate è possibile affermare che si va dai 10 ai massimo 13/14 euro per un paio di 2 lenti mensili, è ovvio che per capire la convenienza bisogna capire come esse vengono utilizzate, quindi se tutti i giorni o giorni alterni, una cosa però è certa, le lenti a contatto colorate oggi rappresentano un metodo innovativo e assolutamente sicuro per combattere un problema importante come la miopia.

I migliori Costumi x Halloween in vendita online

Maschere di Halloween: alcune idee utili

Halloween seppur sia una festa per i bambini, anche i grandi la apprezza e ne sono veri e propri appassionati. Quando si avvicina la fine di ottobre in molti organizzano feste e eventi in costume e anche i grandi ritornano bambini per una notte. Ci sono mille e una idee per crearsi il proprio costume per Halloween, senza spendere follie o comprarne di pronti, direttamente con poche cose che tutti o quasi hanno in casa.

  • Il Fantasma. Vi occorrono solo questi due oggetti: vecchio lenzuolo bianco, un paio di forbici e lo spettro è servito. Il lenzuolo andrà ritagliato in modo da sfiorare terra, una volta indossato sulla testa, senza però intralciare il cammino; un paio di fori altezza occhi e potrete vederci. Un classico di Halloween.
  • La Mummia. Cosa c’è di più spaventoso di una mummia che si risveglia. Questo costume di Halloween è semplicissimo e si può creare con materiali diversi; per le bende: vecchi lenzuoli tagliati a strisce, rotoli di garza per le medicazioni o la semplice carta igienica. Aiutatevi per farvi avvolgere nelle strisce, che siano stoffa, garza o carta e diventerete una mummia appena uscita dal sarcofago.
  • La cena del ragno. Con alcune economiche confezioni di ragnatele finte e un paio di antenne, potrete diventare la gustosa cena di un ragno nel suo bozzolo. Fatevi aiutare ad avvolgervi nelle finte ragnatele lasciando fuori solo parte delle gambe e le braccia per potervi muovere, issate le antenne a un cerchietto o compratene di già fatte sono facili da trovare e economiche. Sarete la perfetta copia di una povera farfalla avvolta nella tela di un ragno. Idea originale e semplice da realizzare.

 

Altre idee originali per le maschere di Halloween

 

Esistono poi tante altre idee per procurarsi delle maschere per la notte di Halloween, dal vecchio scatolone ritagliato a forma di televisore, decorato con un pennarello, dove infilarsi per spacciarsi da presentatore televisivo a un sacchetto nero da spazzatura a cui praticherete fori per testa e braccia vestendovi da sacco dell’immondizia, per abbellirlo basterà incollare vecchi cartoni del latte vuoti, sacchetti di patatine e altri oggetti che comunemente buttiamo.

Non dimentichiamo l’intramontabile zombie: vecchi vestiti stracciati e infangati, sangue finto e nero per le occhiaie; potrete rincorrere gli altri ospiti per rubare i dolci.

Mastospessi: Il Lifting del seno a Torino

TORINO E BELLEZZA

La chirurgia estetica negli ultimi anni ha notevolmente cambiato l’approccio emotivo con la cura del proprio corpo, ed ha contribuito ad incrementare quella particolare forma di narcisismo che negli ultimi anni ha preso l abitudine di emergere nell’animo umano, spesso di natura femminile. Vi sono però due tipi di ricorso a miglior fattezze: quello volontario e quello necessario. Torino è una delle città dove la mastopessi è individuata come uno degli interventi di ricostruzione mammaria più eseguiti in Italia.

COS’ E’ LA MASTOPESSI

La femminilità con l avanzare degli anni diventa quasi una missione da raggiungere, un progetto da completare ma diversi fattori concorrono a destabilizzare le certezze delle donne che vedono nel proprio seno la prima forma di attenzione e di richiamo nei confronti del pianeta maschile; il seno cade, si deprime. Forti dimagrimenti gravidanze ed inestetismi puniscono il microcosmo più importante dell’ universo femminile .Ecco allora che la chirurgia estetica corre in aiuto e si parla di mastopessi, o cosiddetto lifting del seno, che consiste nella ricostruzione, nel riempimento e miglioramento dell’apparato mammario. 

PERCHE’ A TORINO

Torino è la città italiana per eccellenza dove questo tipo di intervento viene eseguito .Le migliori cliniche sono a disposizione di qualsiasi persona voglia portare a compimento il progetto di ricostruzione del seno e migliorare sensibilmente ed in maniera definitiva il proprio aspetto fisico.

Medici qualificati e percorsi pre e post operativi sono appositamente studiati per mettere al massimo della sicurezza psicologica ed emotiva chiunque intenda affrontare un intervento di questo tipo.

L’esperienza raggiunta in questo campo porta i medici torinesi ad essere un élite ristretta in ambito estetico e dona alla mastopessi una risonanza alta nell’ ambito femminile .La donna viene accompagnata nelle varie tappe di questo percorso senza che nulla venga lasciato al caso e sono sostenute nell’ affrontare quotidianamente i risvolti psicologici che questo intervento comporta.

lifting

 

ESPERIENZA PERSONALE

Una delle personalità di spicco dell’universo medico nel settore della mastopessi a Torino ed eccellenza medica che ci invidiano anche all’estero è il dottor Fabrizio Malan, specialista in chirurgia plastica e ricostruttiva. I suoi interventi di mastopessi hanno fatto il giro del mondo e una moltitudine di donne ricorre a lui da varie parti d Italia per ridonare al proprio seno un aspetto decisamente migliore.

Per meglio spiegare la fama del dottor Malan ,conseguita non certo in maniera casuale visti i notevoli riconoscimenti raggiunti in campo medico, si riporterà l’esperienza personale di una certa Ele che ha affrontato la mastopessi a Torino, presso la clinica del dottor Malan.

La signora racconta la sua esperienza di paziente con un misto di ammirazione e timore, con un seno veramente piccolo, protesa al raggiungimento almeno di una terza misura.

La sua particolare attenzione va anche sui collaboratori del dottor Malan, in particolar modo l anestesista che accompagna Ele in tutto il tragitto che va dal ricovero all’intervento; la signora viene messa al corrente di tutto ed informata di tutto l’evolversi della situazione. L’operazione dura due ore ed il risveglio è tranquillo con qualche fastidio ma tutto sopportabile secondo la sua esperienza.

Il risultato è già sotto gli occhi della signora e notevole è la sua ammirazione verso il lavoro del dottor Malan, che già in ospedale le consente di usare un reggiseno di due taglie superiori a quello precedente.

Ele viene dimessa in pochissimo tempo e la sua soddisfazione la porta a raccontare in un forum a tutte le donne la sua super positività nei confronti di questo intervento e la sua ammirazione per la competenza del dottor Malan che ha ridonato un aspetto fisico piacevole e l’ha aiutata a superare quello stallo di frustrazione con la quale viveva la sua condizione di femminilità che spesso soccombeva sotto il peso di una scarsa accettazione del suo fisico.

Rivolgersi quindi ad uno specialista di mastopessi a Torino è di fondamentale importanza se si vuole ottenere un lavoro perfetto sul proprio seno e avere la sicurezza di essersi rivolte ad un professionista del settore.

assumere la valeriana in gocce

Come utilizzare la valeriana in gocce

Cos’è la valeriana?

Non tutti lo sanno, ma assumere valeriana in gocce è l’ideale per chi vuole contrastare lo stress e i problemi d’insonnia. La valeriana in gocce che normalmente assumiamo, è un prodotto creato grazie all’estratto della valeriana officinalis, una pianta facente parte delle Valerianaceae. Si tratta di una specie perenne diffusa in tutto il mondo; sebbene le sue foglie abbiano un odore non molto piacevole, questa pianta contiene dei principi attivi e delle proprietà utili per la cura di alcuni disturbi. Già nell’antichità questa pianta veniva usata come sedativo.

A cosa serve la valeriana?

Prima di assumere la valeriana in gocce bisogna sapere come usarla. Non è una medicina, dunque non serve la prescrizione medica, è un prodotto che si può utilizzare autonomamente ma per farlo bisogna sapere a cosa serve e ovviamente non bisogna mai abusarne. Principalmente la valeriana serve a curare i disturbi del sonno, ma viene usata anche contro lo stress oppure come sedativo nei casi di epilessia, di disturbi dell’attenzione e di iperattività. In realtà, solo nel caso dei disturbi del sonno la valeriana ha dei riscontri scientifici. Di certo chi soffre di stress e di stanchezza può trarre benefici dall’utilizzo, anche sporadico, della valeriana in gocce.

I vantaggi della valeriana in gocce

valeriana gocceRispetto agli altri prodotti a base di valeriana che si possono trovare in farmacia o in erboristeria, come capsule, infusi o pastiglie, la valeriana in gocce presenta numerosi vantaggi: innanzitutto è comoda perché la si può portare e la si può assumere ovunque; poi consente di dosare il liquido e di assumerne solo la quantità necessaria. Solitamente le gocce vanno mischiate con dell’acqua in un bicchiere ma volendo possono essere assunte anche da sole. La valeriana in gocce garantisce un riposo più tranquillo e un minor tempo necessario per addormentarsi. Secondo alcuni, grazie al suo effetto rilassante, la valeriana sarebbe utile anche per combattere l’ansia, quando si tratta di episodi non gravi e isolati, casi per i quali non sarebbe dunque indicato l’uso di prodotti farmaceutici. Spesso, anzi, molte persone iniziano un trattamento con la valeriana in gocce proprio per cercare di interrompere l’utilizzo di farmaci sedativi pesanti a livello gastrointestinale.

Come assumere la valeriana in gocce

La valeriana in gocce va assunta almeno mezzora prima di andare a dormire. Molto dipende dal tipo e dalla gravità del disturbo di insonnia che si riscontra. L’importante è assumerla dopo mangiato e al massimo due ore prima di coricarsi. Solitamente si consiglia di assumere la valeriana in gocce per un massimo di trenta giorni consecutivi: se si ottengono risultati positivi, si può interrompere l’assunzione per poter constatare la risoluzione del disturbo del sonno. Se l’insonna è sporadica, invece, la valeriana si può assumere anche solo come rimedio instantaneo se una notte capita di non riuscire a dormire. Se si usa quella in gocce, si ha il vantaggio di assumere magari solo poche gocce per un caso di insonnia sporadico. Per la posologia specifica della valeriana in gocce bisogna sempre seguire le indicazioni scritte nel bugiardino del prodotto, in quanto ogni marca di valeriana può avere una concentrazione diversa degli estratti della pianta e, dunque, una dose di somministrazione consigliata differente. Acquistando la valeriana in gocce in farmacia e in erboristeria si può stare tranquilli circa la regolarità del prodotto: le aziende infatti vengono periodicamente controllate, visto che comunque la valeriana viene considerata come un parafarmaco.

batterie per sigarette

Come scegliere ottime Batterie per Sigarette Elettroniche?

La scelta di ottime batterie per sigarette elettroniche è una di quelle che potrebbe richiedere maggior tempo ma, se si vuole sfruttare al massimo la potenza che viene sprigionata da questo particolare oggetto, il risultato che si otterrà sarà incredibile, e si potrà assaporare una sigaretta elettronica vincente e dall’aroma inconfondibile.

Ma come procedere per poter scegliere ottime batterie?

Le funzioni, caratteristica principale

Spesso non bisogna sempre fermarsi solo ed esclusivamente sull’aspetto estetico, ma bisogna anche dare un particolare sguardo alle funzioni che contraddistinguono una sigaretta elettronica, ed in questo caso la batteria deve essere analizzata per tutte le sue funzioni.

ottime batterieLe migliori infatti sono quelle che permettono di poter scaldare, e diverse temperature, il liquido presente nel serbatoio della stessa sigaretta elettronica.

Questa caratteristica potrebbe essere vista come banale e scontata sotto certi punti di vista, ma basta pensarci un attimo: una batteria che possiede una sola funzione di riscaldamento sicuramente verrà battuta da una che invece ne possiede differenti, e che offre agli utilizzatori la possibilità di poter assaporare diversi intensità dello stesso aroma.

Prediligere questo modello significa offrire a sè stessi il meglio sul mercato, che viene rappresentato appunto da queste particolari batterie per la sigaretta elettronica.

Potenza di riscaldamento

Oltre alle funzioni, bisogna anche verificare che, la batteria della sigaretta elettronica, sia potente, ovvero che sia caratterizzata da un forte amperaggio.

Questo avrà due aspetti positivi che si potranno notare solo con le migliori sigarette elettroniche.

In primo luogo infatti, questi modelli potenti avranno una durata della batteria che risulta essere superiore rispetto tutti gli altri modelli, e di conseguenza non sarà affatto necessario dover stare a caricare sempre la sigaretta non appena questa viene utilizzata per pochi istanti.

Inoltre, bisogna anche sottolineare che, queste batterie potenti, offrono all’utilizzatore la possibilità di poter avere tra le mani una sigaretta quasi reale, visto che il liquido che verrà scaldato avrà un sapore maggiormente intenso.

Le migliori batterie dunque sono quelle che offrono tali caratteristiche, le quali si accostano alla possibilità di poter sfruttare le diverse funzioni di riscaldamento delle stesse sigarette elettroniche.

Resistenza della batteria

La batteria risulta essere un oggetto delicato, e a volta la sbadataggine potrebbe essere una caratteristica che di fatto, rovina velocemente la sigaretta elettronica.

Le migliori sono quelle che possiedono un corpo che risulta essere molto resistente, e che permette agli utenti di poter sfruttare il dispositivo anche se questo subisce dei danni, che verranno assorbiti in maniera potente e veloce dalla stessa sigaretta elettronica.

Basti inoltre pensare che, i modelli resistenti, sono anche quelli che permettono ad un utente di poter esser sicuri che la batteria, a contatto col liquido, non si rovini, cosa che spesso accade con certi modelli di batteria.

Pertanto le caratteristiche che rendono unica la batteria per le sigarette elettroniche, e che di fatto le rende un oggetto indispensabile ed affidabile, sono poche ma ben delineate e, grazie ad esse, sarà possibile poter avere tra le mani un oggetto che permette al fumatore di avere la stessa sensazione di fumare una sigaretta normale, e questo sarà possibile grazie all’acquisto di una batteria che possiede codeste specifiche tecniche.

Gomme Smart che producono energia pulita

Gomme Smart: i pneumatici che produco energia

 

Elettricità dagli pneumatici

 

Il futuro della mobilità smart ed ecologica passa anche attraverso gli pneumatici: sono stati, infatti, presentati quest’anno dei nuovi pneumatici in grado di generare energia elettrica quando in movimento.

Il progetto delle gomme smart è firmato da uno dei colossi mondiali del settore, la Goodyear: il prototipo BHO3, questo il nome degli pneumatici, è stato presentato nell’ultimo Salone dell’Auto che si è svolgo a Ginevra lo scorso marzo ed è stata una delle principali attrazioni di tutta la manifestazione per la sua grande forza innovativa completamente mirata al raggiungimento di una mobilità totalmente green e autonoma, in vista di un futuro votato alla preservazione del patrimonio più importante dell’uomo: il suo pianeta.

Tutti sanno che quando lo pneumatico corre sull’asfalto si surriscalda, ma cos’è il calore se non energia?

Questa forma energetica viene, quindi, catturata, immagazzinata e convertita in una forma di calore utilizzabile. Non è necessario raggiungere una determinata velocità perché lo sfregamento della gomma sull’asfalto, in ogni condizione di velocità e di temperatura, produce calore. Ovviamente determinati fattori accelerano questa produzione, altri la rallentano, ma in nessun caso si tratta di fenomeni completamente inibitori per la produzione di energia.

Inoltre, non solo queste gomme smart sono in grado di recuperare l’energia dal calore prodotto per rotolamento, ma anche dal calore prodotto dall’irradiazione solare: una soluzione estremamente comoda che sfrutta l’incredibile potenziale dell’energia solare in modo alternativo.

 

Funzionamento delle gomme smart

 

Il recupero dell’energia e il conseguente stoccaggio è frutto di una tecnica costruttiva e di materiali innovativi che costituiscono le gomme smart. Per quanto riguarda l’energia prodotto dal calore di rotolamento, il merito di Goodyear è stato quello di realizzare un materiale gommoso capace di ottimizzare la produzione di calore per la produzione di energia elettrica e, di conseguenza, di ottimizzare la resistenza al rotolamento.

Al primo sguardo questo pneumatico si presenta completamente differente da come siamo abituati a conoscere questo fondamentale dispositivo di movimento e sicurezza: il battistrada incrociato e, a tratti, completamente liscio, si dissocia di gran lunga dai modelli tradizionali, ma la casa americana assicura che dal punto di vista della sicurezza, anche se il prodotto è ancora in fase di prototipo, rispetterà gli standard mondiali.

 

Pneumatici smart per la produzione di energia sostenibile

 

Il recupero dell’energia elettrica in momenti statici, invece, sfrutta le proprietà assorbenti dal nero: il colore nero, infatti, è noto per essere particolarmente reattivo al calore, assorbendone grandi quantità. Da sempre, gli pneumatici sono di questo colore per i motivi più vari, ma Goodyear ha dotato questi pneumatici di una particolare texture nera, ancor più assorbente.

 

L’utilizzo degli innovativi pneumatici

 

A cosa possono servire delle gomme smart che producono energia elettrica? Ovviamente, il loro utilizzo primario saranno le macchine elettriche.

Grazie a questo dispositivo innovativo, infatti, potranno godere di una maggiore autonomia, migliorando di fatto quello che oggi è uno degli handicap più gravi che, di fatto pregiudicano il mercato e impediscono il boom di questa categoria, anche se negli ultimi tempi si è assistito a un aumento delle richieste che, di fatto, ha dato il via a un nuovo filone di innovazioni tecnologiche volte alla ricerca di nuove soluzioni di supporto.

Avere un generatore di energia elettrica così potente, per le auto elettriche è un grande aiuto che, anche in assenza di un punto di carica, permette di avere sempre l’energia necessaria per il movimento.

In futuro potrebbero essere installate di serie in tutte le vetture elettriche ma nel frattempo Goodyear continua a lavorare per migliorare ulteriormente un dispositivo che si profila rivoluzionario.