Studio specializzato in implantologia dentale evoluta

Lo specialista degli impianti dentali

La realtà dello studio Cannizzo

 

A partire dall’esperienza e dalla professionalità del dottor Cannizzo, odontoiatra di chiara fama e riconosciuta esperienza, specializzato in protesi dentaria, nascono le cliniche dentali Cannizzo STUDIO, oggi presenti nelle città di Milano e Torino.

I centri Cannizzo sono tra i migliori centri di implantologia dentale evoluta oggi presenti nel panorama dentistico italiano e utilizzano tecniche all’avanguardia e protocolli riconosciuti dalla comunità scientifica internazionale come i più efficaci oggi esistenti. (more…)

Soluzione Unica per la pulizia delle Lenti a Contatto

Liquido per Lenti a Contatto: come si usa in modo corretto

I portatori di lenti a contatto sanno fin troppo bene che per la corretta manutenzione e conservazione delle lenti è necessario utilizzare dei liquidi appositi, rigorosamente sterili, che si possono acquistare presso il proprio ottico di fiducia (magari lo stesso che ha venduto le lenti) o anche presso la maggior parte delle farmacie.

 

I liquidi per la pulizia delle lenti a contatto: tipologie e differenze

 

Quando si parla di liquido per lenti a contatto, si parla generalmente di due tipologie di liquido: la soluzione salina e la soluzione unica. Il loro utilizzo e la loro funzione sono sostanzialmente diversi, e per questo motivo l’una non può sostituire l’altra. La soluzione salina, infatti, ha una funzione prettamente detergente e rinfrescante.

Serve a sciacquare velocemente le lenti prima di indossarle o a rinfrescarle quando le si toglie per qualche minuto prima di rimetterle. La soluzione unica ha una funzione che riguarda invece la conservazione delle lenti, nonché una loro pulizia profonda che va effettuata ogni volta che le si ripone nella loro custodia per riutilizzarle magari il giorno dopo.

 

Come pulire e conservare le lenti utilizzando l’apposito liquido

 

Utilizzare correttamente questo liquido per lenti a contatto è davvero molto semplice. Ci sono alcuni step da seguire ogni volta che si tolgono le lenti e che devono diventare un vero e proprio rituale per i portatori di lenti a contatto.

In primis occorre pulire la lente tenendola sul palmo della mano (che ovviamente sarà stata precedentemente lavata e asciugata in maniera accurata), versandoci sopra alcune gocce di soluzione unica e strofinando leggermente con un polpastrello.

Così facendo, infatti, dalla superficie della lente verranno rimosse tutte le proteine, le impurità e quant’altro si può essere accumulato durante le ore di utilizzo. La stessa operazione va effettuata quando le lenti vengono prelevate per essere indossate.

 

La conservazione e l’utilizzo di lenti sempre perfettamente sterilizzate

 

Nel mentre, tra un utilizzo e l’altro, vanno invece riposte negli appositi contenitori sterili pieni di soluzione unica che va cambiata di utilizzo in utilizzo.

Seguendo questo rituale di pulizia si scongiurano infezioni che vanno da quelle meno gravi, come la congiuntivite, ad altre decisamente pericolose.

 

Fonte: www.contactalens.com

Mastoplastica riduttiva Firenze

Introduzione alla mastoplastica riduttiva.

La mastoplastica riduttiva è un vero proprio intervento di chirurgia estetica che si occupa della riduzione del seno eccessivamente grande e della correzione di una asimmetria mammaria, migliorando cosi il senso di autostima e di armonia con il corpo di una donna. Il compito principale del chirurgo estetico è quello di ridurre o eliminare del tutto il tessuto ghiandolare, di rivestimento cutaneo e adiposo. Successivamente verrà ricostruita l’area ove sono presenti i capezzoli.

Normalmente questo intervento è riservato solo alle donne, ma in alcuni casi può essere effettuato anche sul sesso maschile.

Motivazione di tale scelta.

Numerosi sono i centri estetici presenti a Firenze dove prenotare un intervento di mastoplastica riduttiva a Firenze.

In questa guida, parlerò della mia esperienza personale e spiegherò quali sono stati i motivi che mi hanno portato ad effettuare tale scelta.

Innanzitutto consiglio a chi volesse fare questo passo di pensarci davvero tanto e di farlo solo nel momento in cui tutto ciò potrebbe diventare un peso non soltanto fisico ma anche dal punto di vista psicologico. Uno dei motivi che mi ha spinto a fare questo gesto è stato senza ombra di dubbio il disagio. Tutto ciò era visibile al mare, durante la prova costume e soprattutto difficoltà nel trovare un abbigliamento consone senza eccedere poi con la scollatura che il più delle volte potrebbe risultare volgare! Per non parlare dei problemi fisici a cui andavo continuamente incontro, il peso eccessivo dei seni, il dolore al collo, alla schiena che con il passare del tempo si accentuava sempre di più.

Prassi prima dell’intervento.

Prima di tutto vi è un incontro con il chirurgo, per una fase di conoscenza, esposizione del problema, in seguito egli vi chiedere di effettuare degli accertamenti, tra cui gli esami del sangue, l’elettrocardigramma e l’ecografia toracica. Una volta effettuati questi accertamenti ho deciso di operarmi al seno effettuando questa riduzione.

Esperienza positiva.

Ad oggi sono davvero molto soddisfatta di questa scelta, in quanto non vi sono delle cicatrici eccessivamente grandi sui miei seni, indosso una taglia che m fa sentire a mio agio e non riscontro problemi nel vestirmi. Credo che questa scelta mi abbia aiutato tanto non soltanto per il miglioramento del mio aspetto fisico ma anche psicologico, per cui lo consiglio a tutte quelle donne che non si sentono bene con se stesse.

Mastospessi: Il Lifting del seno a Torino

TORINO E BELLEZZA

La chirurgia estetica negli ultimi anni ha notevolmente cambiato l’approccio emotivo con la cura del proprio corpo, ed ha contribuito ad incrementare quella particolare forma di narcisismo che negli ultimi anni ha preso l abitudine di emergere nell’animo umano, spesso di natura femminile. Vi sono però due tipi di ricorso a miglior fattezze: quello volontario e quello necessario. Torino è una delle città dove la mastopessi è individuata come uno degli interventi di ricostruzione mammaria più eseguiti in Italia.

COS’ E’ LA MASTOPESSI

La femminilità con l avanzare degli anni diventa quasi una missione da raggiungere, un progetto da completare ma diversi fattori concorrono a destabilizzare le certezze delle donne che vedono nel proprio seno la prima forma di attenzione e di richiamo nei confronti del pianeta maschile; il seno cade, si deprime. Forti dimagrimenti gravidanze ed inestetismi puniscono il microcosmo più importante dell’ universo femminile .Ecco allora che la chirurgia estetica corre in aiuto e si parla di mastopessi, o cosiddetto lifting del seno, che consiste nella ricostruzione, nel riempimento e miglioramento dell’apparato mammario. 

PERCHE’ A TORINO

Torino è la città italiana per eccellenza dove questo tipo di intervento viene eseguito .Le migliori cliniche sono a disposizione di qualsiasi persona voglia portare a compimento il progetto di ricostruzione del seno e migliorare sensibilmente ed in maniera definitiva il proprio aspetto fisico.

Medici qualificati e percorsi pre e post operativi sono appositamente studiati per mettere al massimo della sicurezza psicologica ed emotiva chiunque intenda affrontare un intervento di questo tipo.

L’esperienza raggiunta in questo campo porta i medici torinesi ad essere un élite ristretta in ambito estetico e dona alla mastopessi una risonanza alta nell’ ambito femminile .La donna viene accompagnata nelle varie tappe di questo percorso senza che nulla venga lasciato al caso e sono sostenute nell’ affrontare quotidianamente i risvolti psicologici che questo intervento comporta.

lifting

 

ESPERIENZA PERSONALE

Una delle personalità di spicco dell’universo medico nel settore della mastopessi a Torino ed eccellenza medica che ci invidiano anche all’estero è il dottor Fabrizio Malan, specialista in chirurgia plastica e ricostruttiva. I suoi interventi di mastopessi hanno fatto il giro del mondo e una moltitudine di donne ricorre a lui da varie parti d Italia per ridonare al proprio seno un aspetto decisamente migliore.

Per meglio spiegare la fama del dottor Malan ,conseguita non certo in maniera casuale visti i notevoli riconoscimenti raggiunti in campo medico, si riporterà l’esperienza personale di una certa Ele che ha affrontato la mastopessi a Torino, presso la clinica del dottor Malan.

La signora racconta la sua esperienza di paziente con un misto di ammirazione e timore, con un seno veramente piccolo, protesa al raggiungimento almeno di una terza misura.

La sua particolare attenzione va anche sui collaboratori del dottor Malan, in particolar modo l anestesista che accompagna Ele in tutto il tragitto che va dal ricovero all’intervento; la signora viene messa al corrente di tutto ed informata di tutto l’evolversi della situazione. L’operazione dura due ore ed il risveglio è tranquillo con qualche fastidio ma tutto sopportabile secondo la sua esperienza.

Il risultato è già sotto gli occhi della signora e notevole è la sua ammirazione verso il lavoro del dottor Malan, che già in ospedale le consente di usare un reggiseno di due taglie superiori a quello precedente.

Ele viene dimessa in pochissimo tempo e la sua soddisfazione la porta a raccontare in un forum a tutte le donne la sua super positività nei confronti di questo intervento e la sua ammirazione per la competenza del dottor Malan che ha ridonato un aspetto fisico piacevole e l’ha aiutata a superare quello stallo di frustrazione con la quale viveva la sua condizione di femminilità che spesso soccombeva sotto il peso di una scarsa accettazione del suo fisico.

Rivolgersi quindi ad uno specialista di mastopessi a Torino è di fondamentale importanza se si vuole ottenere un lavoro perfetto sul proprio seno e avere la sicurezza di essersi rivolte ad un professionista del settore.

assumere la valeriana in gocce

Come utilizzare la valeriana in gocce

Cos’è la valeriana?

Non tutti lo sanno, ma assumere valeriana in gocce è l’ideale per chi vuole contrastare lo stress e i problemi d’insonnia. La valeriana in gocce che normalmente assumiamo, è un prodotto creato grazie all’estratto della valeriana officinalis, una pianta facente parte delle Valerianaceae. Si tratta di una specie perenne diffusa in tutto il mondo; sebbene le sue foglie abbiano un odore non molto piacevole, questa pianta contiene dei principi attivi e delle proprietà utili per la cura di alcuni disturbi. Già nell’antichità questa pianta veniva usata come sedativo.

A cosa serve la valeriana?

Prima di assumere la valeriana in gocce bisogna sapere come usarla. Non è una medicina, dunque non serve la prescrizione medica, è un prodotto che si può utilizzare autonomamente ma per farlo bisogna sapere a cosa serve e ovviamente non bisogna mai abusarne. Principalmente la valeriana serve a curare i disturbi del sonno, ma viene usata anche contro lo stress oppure come sedativo nei casi di epilessia, di disturbi dell’attenzione e di iperattività. In realtà, solo nel caso dei disturbi del sonno la valeriana ha dei riscontri scientifici. Di certo chi soffre di stress e di stanchezza può trarre benefici dall’utilizzo, anche sporadico, della valeriana in gocce.

I vantaggi della valeriana in gocce

valeriana gocceRispetto agli altri prodotti a base di valeriana che si possono trovare in farmacia o in erboristeria, come capsule, infusi o pastiglie, la valeriana in gocce presenta numerosi vantaggi: innanzitutto è comoda perché la si può portare e la si può assumere ovunque; poi consente di dosare il liquido e di assumerne solo la quantità necessaria. Solitamente le gocce vanno mischiate con dell’acqua in un bicchiere ma volendo possono essere assunte anche da sole. La valeriana in gocce garantisce un riposo più tranquillo e un minor tempo necessario per addormentarsi. Secondo alcuni, grazie al suo effetto rilassante, la valeriana sarebbe utile anche per combattere l’ansia, quando si tratta di episodi non gravi e isolati, casi per i quali non sarebbe dunque indicato l’uso di prodotti farmaceutici. Spesso, anzi, molte persone iniziano un trattamento con la valeriana in gocce proprio per cercare di interrompere l’utilizzo di farmaci sedativi pesanti a livello gastrointestinale.

Come assumere la valeriana in gocce

La valeriana in gocce va assunta almeno mezzora prima di andare a dormire. Molto dipende dal tipo e dalla gravità del disturbo di insonnia che si riscontra. L’importante è assumerla dopo mangiato e al massimo due ore prima di coricarsi. Solitamente si consiglia di assumere la valeriana in gocce per un massimo di trenta giorni consecutivi: se si ottengono risultati positivi, si può interrompere l’assunzione per poter constatare la risoluzione del disturbo del sonno. Se l’insonna è sporadica, invece, la valeriana si può assumere anche solo come rimedio instantaneo se una notte capita di non riuscire a dormire. Se si usa quella in gocce, si ha il vantaggio di assumere magari solo poche gocce per un caso di insonnia sporadico. Per la posologia specifica della valeriana in gocce bisogna sempre seguire le indicazioni scritte nel bugiardino del prodotto, in quanto ogni marca di valeriana può avere una concentrazione diversa degli estratti della pianta e, dunque, una dose di somministrazione consigliata differente. Acquistando la valeriana in gocce in farmacia e in erboristeria si può stare tranquilli circa la regolarità del prodotto: le aziende infatti vengono periodicamente controllate, visto che comunque la valeriana viene considerata come un parafarmaco.